Cerca
Filters
Non ci sono articoli nel tuo carrello.

Valdirose: uno shooting unico

Valdirose: uno shooting unico

Un progetto ambizioso, dall'esito perfetto.
Volevo raccontarvi i miei abiti in una nuova prospettiva: tante di voi mi chiedono quale potrebbe essere il capo "Gypsy Soul" più adatto a un matrimonio o un'occasione importante.

Così ho pensato a una location e a un team d'eccezione per descrivervi l'eleganza secondo me.
Ho coinvolto delle persone speciali in questo viaggio, fatto di sorrisi, empatia e meraviglia.

Conoscete il mondo di "La Iaia"?
Un team di giovani donne, wedding planner, esperte di Cooking Cladd e organizzatrici di eventi, dallo spirito frizzante e dal cuore rosa.

Iaia e le sue ragazze sono state, assieme a me, le protagoniste di questo servizio fotografico. Vivaci, solari, semplici e bellissime. Scherzose, divertenti e dal gusto affine al mio: non ho trovato solo delle collaboratrici, ma proprio delle amiche, con cui ho condiviso un'Esperienza.

La cornice? Valdirose.

Erano anni che volevo ammirare questo posto magico: un b&b unico nel suo genere, sulle colline toscane a pochi minuti da Firenze, un'antica dimora di famiglia con 6 camere di charme.
Grazie alle anime creative, gentile e generose di Irene e Paolo, i proprietari — coppia nella vita e nel lavoro — lì si respira pace e bellezza.
Tutto era oltre ogni aspettativa.
E queste sensazioni si percepiscono in ciascuna foto, tanto erano forti e genuine.

Le fantasie di "Gypsy Soul" e il crepon di seta hanno trovato la loro dimensione tra gli arredamenti e i fiori di Valdirose. Non c'era angolo che non raccontasse il sapiente gusto di Irene per ciò che è bello e intramontabile. Non c'era momento in cui il feeling che si era creato tra tutte non fosse palpabile.

Alla splendida luce della veranda si univa la gioia di essere in un luogo così affascinante, indossando capi tanto speciali.

Volete essere perfette alla prossima cerimonia?
Scegliete la leggerezza, la spontaneità, la freschezza e un abito che vi faccia sentire uniche.

 
 
 
Ph @Riccardo Callegari
Lascia il tuo commento
top